Rifiuti pericolosi nel basso Volturno…la storia continua

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
www.bassovolturno.it
blog di Peppino PASQ
UALINO

L’attività dei volontari non arretra.

La D.E.A. chiude il 2023 con oltre 60 segnalazioni.

In tempo di bilanci consuntivi c’è da sottolineare (Ahimé!) quello dell’Associazione D.E.A. (Difesa Eco Ambientale) che chiude il 2023 con un grande lavoro di sorveglianza e tutela ambientale, purtroppo, chiuso in modo alquanto preoccupante nel mese di dicembre. Sul territorio del Comune di Grazzanise è stata rinvenuta una autovettura completamente depredata dei suoi interni e data alle fiamme; un rinvenimento proveniente, quasi sicuramente, da attività furtiva e abbandonata su un terreno agricolo a ridosso della strada provinciale 217, quella che dai pressi dell’aeroporto militare di Grazzanise giunge sulla provinciale per Casal di Principe. 

Sempre in occasione del medesimo servizio di vigilanza, i volontari della D.E.A. hanno rinvenuto a pochi passi della strada provinciale 260 un capannone in amianto completamente crollato, i cui detriti invadono un’area di 60 metri quadri, così come si legge nella relazione redatta e inviata al Comando di Polizia Locale di Santa Maria la Fossa, all’Agenzia Regionale di Protezione Ambientale, alla Direzione Generale per l’Ambiente e l’Ecosistema, all’Osservatorio Nazionale Amianto e Osservatori Civici Campania.

A quanto pare lo smaltimento dell’autovettura e dell’amianto cadrebbe a carico dei proprietari dei terreni interessati dai due scarichi, ambedue con materiali inseriti nell’elenco dei rifiuti pericolosi per la salute umana; in questo caso le Autorità locali per la Salute Pubblica, ovvero i sindaci di Grazzanise e Santa Maria la Fossa, dovranno intervenire imponendo il ripristino immediato dei luoghi. Dalle immagini rinvenute si nota chiaramente che i due rinvenimenti giacevano da tempo a quelle coordinate geografiche trasmesse alle autorità dai volontari della D.E.A.; a questo proposito la domanda sorge spontanea:

ma queste segnalazioni non dovrebbero essere materia dei riti di vigilanza esercitati dalle Forse dell’Ordine?

Comunque si ringrazia l’opera dei Volontari della D.E.A.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri Articoli

8 – PILLOLE DI PREVENZIONE

Pillole di protezione civile In caso di terremoto e sei …. … IN CAMPAGNA Se vivi in campagna il posto è il

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *