PETRELLA INCONTRA I CITTADINI

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

ANALIZZATI DUE ANNI DI AMMINISTRAZIONE

Giunta al secondo anno di attività, l’amministrazione comunale guidata da Enrico Petrella fa i conti con i cittadini di Grazzanise raccogliendoli nell’aula consiliare a fine d’anno per annunciare ciò che questa compagine amministrativa ha trovato all’inizio del mandato, quello che è stato fatto, ciò che si farà nel prossimo futuro.

La numerosa presenza di cittadini nell’ampia e ospitale sala consiliare “grazzanisana” ha percepito con attenzione l’ampio ventaglio di iniziative elencate dal primo cittadino e messe in campo per rivoltare, letteralmente come un calzino, la cittadina rivierasca in questi primi due anni di amministrazione che hanno visto il gruppo comunale tuffato in un intenso e proficuo lavoro. Confortato da una lunga serie di immagini proiettate sullo schermo della sala consiliare, Petrella ha elencato tutte le attività svolte raffrontando “il prima” e “il dopo”, una azione che ha amplificato l’impatto visivo dei presenti e ha reso ancora più palpabile il grande cambiamento del centro urbano di Grazzanise.

Con una “macchina comunale” ferma per mancanza di dipendenti e responsabili di settore, con quattro milioni di euro di mutui da pagare, con due milioni e mezzo di euro vantati dai Consorzi Idrico e di Bonifica, con nove milioni e mezzo di debiti non è stato facile avventurarsi nelle pieghe legislative per raddrizzare il timone della “barca comunale”. Con una squadra di lavoro competente, attenta e partecipativa (queste le parole di Petrella davanti all’assemblea presente) il consesso amministrativo è riuscito in “appena” (è il caso di dirlo, ndr) due anni a:

immagine aerea del Casello idraulico

recuperare il vecchio casello idraulico per trasformarlo in parco di divertimento pubblico e struttura per accogliere gratuitamente le realtà associative territoriali, le palestre scolastiche del centro e della frazione di Brezza, le coperture, gli infissi e gli arredi nuovi in tutte le scuole, il mettere in strada il nuovo pullmino per il trasporto scolastico, la pubblica illuminazione a led in diverse strade urbane ed extra urbane, rimosso il degrado dalle strade periferiche, la nuova villa comunale del centro, intitolata ad Angelo Parente, e quella della frazione di Brezza, gli attraversamenti pedonali in centro e nella frazione per limitare anche la velocità degli autoveicoli senza mettere i  campo l’incubo dell’autovelox. E ancora il recupero di strade abbandonate, i marciapiedi a Brezza, tutta la segnaletica orizzontale e quella verticale, decoro urbano con panchine e contenitori dei rifiuti dislocati lungo le arterie interne, la collaborazione con le istituzioni e il collocamento dell’aereo F-104 donato dall’Aeronautica Militare Italiana, il controllo del territorio comunale con la rete di telecamere per la sicurezza dei cittadini e le tele-trappole per scovare i tanti scaricatori abusivi di rifiuti, gli strumenti a disposizione dei cittadini per la raccolta differenziata dei rifiuti, la nuova isola ecologica aperta tutti i giorni, l’istituzione dell’associazione “Plastic Free” che ad ogni “discesa in campo” raccoglie quintali di plastica abbandonata. Tantissime ancora le iniziative già definite e altrettante quelle in progetto, ma il sentimento sottolineato dal primo cittadino grazzanisano è stato quello della riscoperta da parte della cittadinanza dell’amore per la propria terra e il desiderio popolare di collaborazione espressa in questi due anni in contropartita al sostanzioso impegno amministrativo nel cambiamento, quel cambiamento chiaramente percepibile percorrendo le strade della cittadina di Grazzanise.

intervento di decoro urbano

Grande il “grazie” al cambiamento sociale scaturito proprio dal serio impegno amministrativo da parte della squadra comunale; <la gente ha visto la buona amministrazione e ha risposto adeguatamente> –  ha dichiarato pubblicamente Enrico Petrella: rispetto delle norme della strada, raccolta differenziata raddoppiata, rispetto del decoro urbano, questi alcuni dei segnali percepiti dalla cittadinanza.

Di questi tempi non è poco!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri Articoli

Quando il “teatro” unisce

www.bassovolturno.it Associazione “Scena Teatro Management” di Salerno <Amore mio> al Teatro Fazio di Capua Con il testo e la regia di Antonello De Rosa,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *