L’Istituto Comprensivo “F.Gravante” travolge tutti nello sport

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

www.bassovolturno.it a cura di Peppino PASQUALINO

I ragazzi si sono distinti in campo regionale nella canoa.

Ora tocca agli adulti metterli in condizione di continuare il loro percorso disciplinare.

Il Volturno attende le loro canoe e i loro kajak. Sarà così? 

Il vento del “rinascimento grazzanisano” continua a gonfiare la vela dei successi in campo urbanistico, economico, culturale e sportivo; ed è proprio l’ambito sportivo che in particolare sta trasformando la cittadina rivierasca in una fornace di piccoli campioni che ben promettono per il futuro; dopo il successo raggiunto in campo regionale dalla Polisportiva San Martino di Brezza è ora la volta dell’Istituto Comprensivo “F. Gravante“.

Già ricchi di successi prima del periodo pandemico, l’Istituto Comprensivo di Grazzanise, che accomuna anche i plessi scolastici della frazione di Brezza e di Santa Maria la Fossa, si conferma portavoce delle novità sportive nel basso Volturno. E parliamo di novità, in quanto si sta puntando ad avviare i ragazzi verso altre forme di sport, oltre al calcio, ovvero la corsa campestre, l’atletica leggera, la canoa, il kajak, tutte discipline che garantiscono altrettanto impegno fisico e mentale oltre <a tenere lontano i giovani dalla strada con tutte le sfaccettature negative> – è quanto dice il Prof. Federico Parente, paladino di tali nuove attività sportive unitamente alla Prof.ssa Anna Rendina.

L’Istituto Comprensivo di Grazzanise, rappresentato da quattro ragazze e quattro ragazzi provenienti dalle tre scuole presenti sul territorio, ha partecipato ai “Campionati Studenteschi Regionali”, quelli che una volta erano chiamati “Giochi della Gioventù“, portando sul podio i propri allievi in maniera sorprendente: al primo posto si è piazzata la squadra femminile e al secondo quella maschile, stesso piazzamento per quanto riguarda la staffetta, primo e terzo posto per l’individuale femminile, terzo posto per l’individuale maschile. Le gare si sono svolte a Meta di Sorrento nelle acque della stupenda penisola sorrentina, luogo in cui si sono confrontate diverse realtà scolastiche della Regione Campania.

A seguito di selezioni, lezioni e prove sull’acqua, <per le quali ringraziamo tanto il Prof. Gennaro Iadicicco della Volturnia Kajak di Capua> – aggiunge il Prof. Federico Parente – è stata possibile la preparazione degli atleti nella disciplina sportiva della canoa in località “Agnena” del Comune di Vitulazio, dove si trova il lago “Le due isole“, struttura sportiva messa a disposizione da Clemente Carlino a cui è indirizzato il plauso da parte dell’istituzione scolastica. 

Adesso che tutto ha avuto inizio dovrà essere il Comune di Grazzanise, e perchè no anche quelli limitrofi, a far sì che questi ragazzi, grazie allo sport, grazie alla canoa e al kajak,  possano continuare queste discipline sfruttando le acque del Volturno e attirando così attenzione turistica per i luoghi del loro tanto trascurato basso Volturno. 

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri Articoli

8 – PILLOLE DI PREVENZIONE

Pillole di protezione civile In caso di terremoto e sei …. … IN CAMPAGNA Se vivi in campagna il posto è il

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *