Le due scelte della Di Puorto

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

www.bassovolturno.it

blog di Giuseppe PASQUALINO

Giornalista Pubblicista freelance – blogger

“Accettare” o “Responsabilità di cambiare”.

La Di Puorto ha fatto la sua scelta… “Cambia…Menti! 

E nella battaglia elettorale, tenuta viva dal dibattito a distanza tra le liste contendenti, si è lanciata la neo-candidata alla carica di “Prima Cittadina”, Anna Maria DI PUORTO, tra l’altro uscita dalla recente esperienza politica, con la carica di assessora, proprio tra le fila dell’attuale compagine amministrativa che sta per finire il mandato elettorale quinquennale. Come ha fatto la squadra capitanata dall’uscente Ambrosca, così il gruppo guidato dalla Di Puorto ha completato il  programma elettorale da proporre al vaglio della cittadinanza chiamata al voto nella prossima tornata del 14 e 15 maggio prossimi.

Il manifesto politico esordisce con due punti, ovvero: la tematica sociale e l’ambiente. La prima si sviluppa aprendo alla valorizzazione della figura femminile e alle sue potenzialità, per poi passare all’impegno per un ritorno del centro vaccinale a Cancello ed Arnone, alla “rivalorizzazione” della “pro loco” come occasione di socializzazione, alla promozione di un “Forum” giovanile e dell’associazionismo in genere e concludendo con l’impegno alla tutela delle persone fragili e alla formazione di un gruppo “intercomunale” (grande novità, ndr) di protezione civile.

Per quanto riguarda il settore ambientale, l’impegno politico-amministrativo della nascente formazione guidata dalla Di Puorto tende a focalizzarsi su due punti: la promozione delle fonti energetiche rinnovabili e la tutela e riqualificazione del fiume Volturno. Il primo impegno si concentrerà sulla promozione dei sistemi energetici a impatto zero sull’ambiente; in particolare si tenderà a installare impianti fotovoltaici sugli edifici e strutture pubbliche e favorire anche gli impianti privati, sempre nel rispetto dell’ambiente, specialmente quello agricolo che da vita vita al volano economico locale. La rivalutazione del fiume Volturno, a quanto pare, sta acquistando sempre più attenzione e questa volta i riflettori si accendono sulla partecipazione attiva di tutti i comuni rivieraschi (altra novità, ndr), tra i quali la compagine della Di Puorto intende creare un tavolo di coordinamento e concertazione per trarre giovamento economico dal corso d’acqua più importante del Mezzogiorno.

Altro spazio sarà dedicato agli altri punti in programma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri Articoli

8 – PILLOLE DI PREVENZIONE

Pillole di protezione civile In caso di terremoto e sei …. … IN CAMPAGNA Se vivi in campagna il posto è il

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *