Domenica 12 marzo donazione sangue a Santa Maria la Fossa

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

bassovolturno.it   

blog di Giuseppe PASQUALINO (Giornalista Pubblicista freelance e blogger)

Un gesto d’amore, un gesto di ordinario senso civico può salvare una vita.

Facciamolo. Donare sangue tra l’altro fa bene

 

Spesso ce ne accorgiamo quando accade una emergenza sanitaria, quando un familiare, un parente, un amico, un conoscente improvvisamente ha bisogno di essere trasfuso; in quel preciso istante ci affanniamo alla ricerca di aiuto. Stiamo parlando del sangue e della sua donazione in tempo di pace, quella che dovrebbe essere una azione normale del nostro ordinario comportamento civico, un gesto da effettuare almeno una volta l’anno senza il bisogno urgente di doverlo donare a un familiare o ad un conoscente che deve subire un intervento chirurgico, così come di solito avviene in questi casi.

Per fortuna che c’è l’AVIS (Associazione Volontari Italiani Sangue), quella associazione nazionale che in tantissime piazze, con tanti sacrifici da parte dei volontari e impegnando (come domenica prossima) il tempo libero, spesso festivo, per raccogliere quel sangue destinato alle sale operatorie, ai pronto soccorso, alle sedi trasfusionali, ai centri di ricerca.

E sarà proprio di domenica l’appuntamento programmato dall’AVIS, domenica 12 marzo nella centralissima piazza Europa in Santa Maria la Fossa, dalle 8 alle 11:45, luogo in cui si spera di potere raccogliere una generosa quantità di sangue così come è stato nei precedenti appuntamenti nella cittadina fossatara.

I sanitari indicano che per evitare il possibile disagio da digiuno sarà possibile donare anche dopo avere fatto una colazione leggera (caffè, succo, due fette biscottate, ecc.).

Sarà necessario prenotarsi anche mediante whatsapp al numero

346 6233541

Oltre a diramare l’avviso dell’iniziativa di raccolta sangue, l’AVIS fa sapere che all’interno dell’Azienda Sanitaria Locale territoriale – quella del comprensorio distrettuale di Santa Maria Capua Vetere – si registra una “grave” carenza di sangue, per cui il gesto compiuto dai donatori sarà di fondamentale importanza per tantissime situazioni di sofferenza.  

2 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri Articoli

Quando il “teatro” unisce

www.bassovolturno.it Associazione “Scena Teatro Management” di Salerno <Amore mio> al Teatro Fazio di Capua Con il testo e la regia di Antonello De Rosa,

2 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *