Cancello come esempio

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

www.bassovolturno.it

A Cancello ed Arnone riciclaggio e risparmio. Questa la strada da seguire.

Nel basso Volturno acqua per tutti a pochi centesimi, tranne a Santa Maria la Fossa

 

a cura di Peppino PASQUALINO

Giornalista Pubblicista freelance & blogger

Se fosse seguita anche dagli altri comuni del basso Volturno, l’iniziativa intrapresa dal capoluogo dei “Mazzoni” diventerebbe una chiave di volta della cultura del riciclo; azione, questa, alla quale dovremmo abituarci quotidianamente come bere un bicchiere d’acqua. Nel largo di via Generale Branco, a ridosso dell’ufficio di Poste Italiane, l’amministrazione comunale, già da tempo, ha inteso venire incontro alla cittadinanza in tre modi particolari: incentivando il riciclaggio della plastica, procurando un risparmio per la spesa, fornire acqua a basso costo.

Grazie ai fondi promossi dal “Decreto Mangiaplastica” del MITE (Ministero per la transizione ecologica), il Comune di Cancello ed Arnone ha acquistato un eco-compattatore di bottiglie di plastica; il cittadino, dopo avere inserito nell’apposita feritoia la propria tessera sanitaria può porre le bottiglie di plastica, dotate quasi tutte di codice a barre, nel compattatore. A conclusione dell’operazione di riciclo viene rilasciato uno scontrino; la somma dei tanti scontrini raccolti potrà essere detratta dalla spesa presso i tanti negozi convenzionati con il Comune. L’elenco dei negozi convenzionati è elencato grazie al monitor posto nella parte alta del compattatore. Oltre alle bottiglie è possibile inserire nelle apposite feritoie anche i tappi e le buste di plastica. Periodicamente la stazione compattatrice è svuotata a cura della ditta fornitrice.

A pochi metri di distanza dal compattatore per le bottiglie di plastica, così come anche ad Arnone, è stato sistemato il distributore di acqua potabile in tre versioni: liscia, fredda e gasata, tutte e tre a pochi centesimi a litro, prezzo accessibile a tutti e in particolare ai cittadini con redditi bassi. Anche gli altri comuni del basso Volturno hanno provveduto alla sistemazione di distributori dell’acqua; l’unica pecora nera Santa Maria la Fossa che non ha ancora offerto tale servizio alla popolazione.


 

Una risposta

  1. Ciao Peppe.Solo i distributori per l’acqua?Che pensi che non c’è un Bancomat o contenitori per non buttare la carta per strada e tante altre cose da fare.L’ elenco purtroppo è lungo.Ti saluto cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri Articoli

Quando il “teatro” unisce

www.bassovolturno.it Associazione “Scena Teatro Management” di Salerno <Amore mio> al Teatro Fazio di Capua Con il testo e la regia di Antonello De Rosa,

Una risposta

  1. Ciao Peppe.Solo i distributori per l’acqua?Che pensi che non c’è un Bancomat o contenitori per non buttare la carta per strada e tante altre cose da fare.L’ elenco purtroppo è lungo.Ti saluto cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *