“Cambia….Menti” a colpi di “comunicati-stampa”

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

www.bassovolturno.it

Giuseppe PASQUALINO (Giornalista Pubblicista freelance & blogger)
Canale Youtube – Giuseppe Pasqualino

Comunicato del gruppo consiliare di opposizione di Cancello ed Arnone

A seguito della richiesta protocollata il 15 giugno 2023 dal gruppo di opposizione, ricominciano i LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DI PARTE DELLA VIABILITÀ STRADALE IMPORTO INTERVENTO 2.500.000,00 CUP: E17H20001140001 (CONTRIBUTO MINISTERIALE DI CUI ALL’ART. 1, COMMA 139 BIS, LEGGE N. 145 DEL 30.12.2018).

 (Dossier fotografico a cura del gruppo di opposizione)


Da un’attenta analisi dei documenti richiesti, il gruppo consiliare di opposizione evidenzia alcune incongruenze, in primis, i lavori dovevano terminare il 07/05/2023, invece ad oggi le strade sono ancora un cantiere aperto e non sono in sicurezza, in effetti, i lavori eseguiti non sembrano rispettare né il progetto a base di gara e nemmeno l’offerta tecnica migliorativa dell’impresa, la quale si è servita di varianti per aumentare il budget dei lavori e per sanare un errore fatto dalla ditta aggiudicataria circa i lavori dell’impianto spingente su via Roma, (in sede di gara sono stati offerti tubi per fognatura, nella perizia sono stati aggiunti tubi ad alta pressione). In particolare le lavorazioni contabilizzate nei primi due S.A.L., non rispecchiano le voci previste nell’elenco prezzi, infatti, sembra che per quanto riguarda i lavori eseguiti presso viale Cavour, viale Kennedy e traversa non ci sia stato alcun utilizzo di binder e strato di base, ma sia stata eseguita una fresatura di alcuni centimetri di vecchia pavimentazione e soprattutto non sia stato eseguito alcuna messa in quota di chiusini stradali. D’altronde risulta ancora, ben visibile, la quota degli stessi, non superiore ad un centimetro dal livello di quello che sarebbe dovuto essere lo strato di binder, e che dovrebbe essere colmato dal tappetino bituminoso(dello spessore di almeno 2 cm).


I lavori relativi ai ponti sono stati eseguiti in pieno disprezzo della normativa ambientale, ed anche in questo caso con la variante hanno aggiunto maggiori oneri non dovuti perché già ricompresi nel progetto iniziale. Il gruppo consiliare di minoranza nel rimproverare il Comune che non ha provveduto a sollecitare il prosieguo dei lavori e soprattutto non ha applicato le penali previste quando la ditta ha sospeso i lavori, chiede maggiore trasparenza dell’azione amministrativa al fine di rendere sia i cittadini che le imprese sempre più consapevoli dei meccanismi del corretto funzionamento della macchina pubblica ed in particolare un maggior controllo da parte dei tecnici tenuti a vigilare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri Articoli

8 – PILLOLE DI PREVENZIONE

Pillole di protezione civile In caso di terremoto e sei …. … IN CAMPAGNA Se vivi in campagna il posto è il

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *