AREKUSIA DANZA di Napoli al teatro Fazio di Capua

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

www.bassovolturno.it
blog a cura di Peppino PASQUALINO

Per la sesta edizione “Teatro-danza” in scena l’Akerusia di Napoli.

FAZIOPENTHEATER al terzo appuntamento

(Teatro Fazio di Capua)

E’ giunta alla sua sesta edizione la “Rassegna Nazionale di Teatro-Danza-Arti Performative” del FAZIOPENTHEATER di Capua, sotto il patrocinio del Comune capuano e la direzione artistica di Antonio Iavazzo.

Il terzo spettacolo in programma sarà portato in pubblico alle 19:00 di domani domenica 19 novembre nella sala teatro di Palazzo Fazio (nella foto).

(Antonio Iavazzo)

<Questo lavoro, – dichiara Iavazzo –  ispirato ai testi di Enrico Grieco, fotografo napoletano attualmente residente a Catania, tende a ricreare in uno spazio intimo il pensiero dell’artista, attraverso parole, immagini, movimento e musica dal vivo, con le ambientazioni sonore di Valerio Virzo>.

<Nel rapporto multidisciplinare – aggiunge il direttore artistico del teatro Fazio –  si sperimenteranno tutte le combinazioni possibili tra suono, voce e movimento, creando abbinamenti originali non fini a sé stessi ma sempre al servizio del testo e dei suoi significati reconditi>. <La performance si inserisce in un più ampio progetto di ricerca di Akerusia Danza basato sul dialogo fra le arti visive e la danza quali arti non verbali accomunate dall’uso di un linguaggio corporeo atto a veicolare un repertorio condiviso di azioni e stati psico-fisici>.

In questo spettacolo della sezione danza si esibirà l’Associazione “AREKUSIA DANZA” di Napoli con “Nelle parole”, lavoro di Enrico Grieco con la regia di Rosario Liguoro e le coreografie di Elena D’Aguanno. Le musiche originali sono di Valerio Virzo, mentre gli interpreti saranno Mariagrazia Cavallaro (attrice) e Marcella Martusciello (danzatrice).

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri Articoli

8 – PILLOLE DI PREVENZIONE

Pillole di protezione civile In caso di terremoto e sei …. … IN CAMPAGNA Se vivi in campagna il posto è il

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *